search
top

CONSIGLIO COMUNALE 30 MARZO 2011: PUNTO 5

Dimensione Testo » Grande | Piccolo


OGGETTO: MODIFICA DEL REGOLAMENTO COMUNALE PER L’ESERCIZIO DELLE ATTIVITA’ DI SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE (APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N° 15 DEL 29/04/2010)”.

IL CONSIGLIO COMUNALE

PREMESSO che con proprio atto del 29/04/2010, esecutivo ai sensi di legge, veniva adeguata la normativa comunale in materia di attività di somministrazione di alimenti e bevande in relazione ai principi della legge n.248/06 e della deliberazione della giunta regionale Emilia Romagna n.1879 del 23/11/2009;

CHE detta deliberazione disciplinava con apposite norme a valenza regolamentare non solo i criteri per il rilascio delle autorizzazioni degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande ma recepiva anche disposizioni in materia di effettuazione di piccoli trattenimenti e relative modalità del loro svolgimento, in coerenza con quanto disposto dall’art.12 della Legge Regionale n.14/2003;

DATO atto che dopo circa un anno dalla applicazione di tale regolamentazione in ambito comunale si sono evidenziate alcune criticità in merito alla gestione dei piccoli trattenimenti musicali, prevalentemente durante la stagione primaverile ed estiva, ed in particolare si è evidenziato, al fine di garantire il controllo da parte delle forze dell’ordine finalizzato alla sicurezza delle manifestazioni, l’esigenza di prevedere la comunicazione al comune dell’effettuazione dei piccolo trattenimenti musicali oggetto delle attività di somministrazione alimenti e bevande;

CONSIDERATO che a tale proposito occorre modificare la deliberazione consiliare n.15 del 29/04/2010, avente per oggetto: “Adeguamento della normativa comunale sull’attività di somministrazione di alimenti e bevande in relazione ai principi della legge n.248/06 e della deliberazione della giunta regionale Emilia Romagna n.1879 del 23/11/2009.”, aggiungendo all’articolo 9 “CARATTERISTICHE DEI LOCALI E MODALITÀ DI ESERCIZIO DEI PICCOLI TRATTENIMENTI” la seguente lettera:

h) comunicazione al Comune delle attività di spettacolo e trattenimento:

L’effettuazione delle piccole attività di spettacolo e trattenimento è soggetta a preventiva comunicazione al Comune, da presentare almeno sette giorni prima dell’inizio previsto. La tardiva od omessa comunicazione comporta l’applicazione delle sanzioni di cui all’art. 14 del presente regolamento.

VISTA  la legge 7 agosto 1990, n. 241, avente ad oggetto “Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e diritto di accesso ai documenti amministrativi”;

VISTO l’art. 29, comma 2, della stessa normativa il quale dispone: “Le Regioni e gli Enti Locali, nell’ambito delle rispettive competenze, regolano le materie disciplinate dalla presente legge nel rispetto del sistema costituzionale e delle garanzie del cittadino nei riguardi dell’azione amministrativa, così come definite dai principi stabiliti dalla presente legge”;

VISTE: la legge 287/91 e l’art. 2 della legge 25/96, la legge 248/06 ed in particolare l’art. 3, la L.R. 14/2003 e l’atto di Giunta della Regione Emilia Romagna n° 1879 del 23 novembre 2009;

ACQUISITO il parere sulla regolarità tecnica del presente atto ai sensi dell’articolo 49, comma 1 del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267;

CON n.     voti favorevoli, n.     voti contrari n.     astenuti, legalmente espressi per alzata di mano dai componenti il Consiglio Comunale presenti e votanti;

DELIBERA

1) per le motivazioni in premessa indicate e che formano parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, di modificare la deliberazione consiliare n.15 del 29/04/2010, avente per oggetto: “Adeguamento della normativa comunale sull’attività di somministrazione di alimenti e bevande in relazione ai principi della legge n.248/06 e della deliberazione della giunta regionale Emilia Romagna n.1879 del 23/11/2009.” aggiungendo all’articolo 9 “CARATTERISTICHE DEI LOCALI E MODALITÀ DI ESERCIZIO DEI PICCOLI TRATTENIMENTI” la seguente lettera :

h) comunicazione al Comune delle attività di spettacolo e trattenimento:

L’effettuazione delle piccole attività di spettacolo e trattenimento è soggetta a preventiva comunicazione al Comune, da presentare almeno sette giorni prima dell’inizio previsto. La tardiva od omessa comunicazione comporta l’applicazione delle sanzioni di cui all’art. 14 del presente regolamento.

2) di dichiarare la presente deliberazione con apposita e separata votazione ……………  immediatamente eseguibile ai sensi dell’ art.134, 4°comma del D.Lgs. N° 267 del 18/08/2000 e che avrà validità fino alla fine del mese di settembre dell’anno 2010.



Condividi la Notizia:

2 Commenti a “CONSIGLIO COMUNALE 30 MARZO 2011: PUNTO 5”

  1. charlie scrive:

    Aiuto! Siamo in un mondo di veri “farabutti e alcoolizzati”. Bisogna intitolare a gran voce più “Via Benaglia” dal nostro Comune… senso del pudore!

  2. MASSIMO scrive:

    ho chiesto di spiegare le ragioni che hanno motivato la modifica del regolamento approvato un anno fa:risposte balbettanti che confermano tutti i dubbi da me espressi.

top