search
top

rifondazione comunista sulla sanità regionale!

Dimensione Testo » Grande | Piccolo


COMUNICATO STAMPA RIFONDAZIONE COMUNISTA SULLA SANITA REGIONALE!

Non si è ancora spenta la rabbia della montagna per la sciagurata chiusura dei punti nascita

ed ecco in arrivo da Bologna un’altra pessima notizia.

La Sanità Regionale è pronta a garantire ai privati spazi e finanziamenti.

Un atto di resa del SSN e uno schiaffo alla nostra storia di Sanità pubblica,gratuita e universalista.

Denunciamo con forza questo cedimento e rilanciamo la lotta per il primato del pubblico.

Il modello Lombardia ,riferimento di questa scelta,fa acqua da tutte le parti ed è costantemente devastato da inchieste della magistratura su eclatanti conflitti interesse e commistioni malavitose

fra funzionari pubblici e gestori di istituti privati di sanità(il San Raffaele,Istituto Maugeri,la Clinica Santa Rita,la clinica Poggi Longostrevi).

Inoltre il privato ha già una quota rilevante di mercato,oltre il 30%,incrementato da scelte incomprensibili di taluni sindacati che si pongono in conflitto con un Ssn debole e indebolito.

La Sanità pubblica è un bene comune da tutelare e da finanziare.

Quello che serve è l’assunzione di medici,tanti,di infermieri,tanti,di personale ausiliario.

Occorrono professionisti,motivati da contratti giusti e tutele certe.

Occorre decuplicare le borse di studio per i futuri medici di famiglia,occorre abolire il numero chiuso per l’ingresso alla facoltà di medicina!

Occorre ribadire forte e chiaro che non permetteremo questo scempio e da subito chiediamo de dimissioni dell’Assessore Venturi ,inadeguato ,e chiediamo le dimissioni del Governatore Bonaccini,il peggior governatore della storia dell’EMILIA Romagna,non a caso il meno votato della storia recente.

Vito albanese segretario prc reggio emila

Massimo comunale,medico di famiglia.



Condividi la Notizia:

Rispondi

top